Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

Partigiani tra Anghiari e Caprese Michelangelo

Partigiani slavi e capresani nel Distaccamento Lubiana

Distaccamento Lubiana aggregato alla 23a Brigata Garibaldi “Pio Borri”

L'elenco – di cui si è mantenuta la grafia – è tratto da ACS, MD, Riconpart, Toscana, Busta 125, Divisione Partigiani “Arezzo”, 23a Brigata “Pio Borri”, 1° Battaglione, Compagnia Comando, Distaccamento Lubiana.

 

Partigiani stranieri

Caduti

Blumenfeld Ludvik, partigiano del “Lubiana” dall'8 maggio 1944; colpito a morte il 14 agosto 1944 da una granata presso Trecciano (Caprese Michelangelo).

Bordon Dusan, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943; caduto in combattimento il 13 aprile 1944 a San Procino di Caprese Michelangelo.

Cimperman Karel (o Zimperman Carlo), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943; caduto in combattimento presso Ponte alla Piera, tra Caprese Michelangelo e Anghiari, il 10 luglio 1944.

Fosipovie Peter, russo, partigiano del “Lubiana” dal 5 marzo 1944; caduto in combattimento a San Procino di Caprese Michelangelo il 13 aprile 1944.

Lovsin Drago, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 25 aprile 1944; ferito in combattimento il 1° giugno, ricoverato all'ospedale di Sansepolcro, vi decedeva il 19 luglio 1944.

Mihelic Franc (o Franz), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943; caduto in combattimento a Faggeto (Caprese Michelangelo) il 22 luglio 1944.

Pelovic Luka (o Luca), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 2 gennaio 1944; catturato durante un rastrellamento a San Martino e fucilato il 28 aprile 1944.

Pirc Alojs (in altro documento Pierz Alois), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943; caduto in combattimento contro i tedeschi il 10 agosto 1944 presso Caprese Michelangelo.

Dispersi

Albin, polacco, partigiano del “Lubiana” dal 3 giugno 1944; disperso o catturato dai tedeschi a Faggeto (Alpe di Catenaia) il 7 agosto 1944.

Vosilij, russo, partigiano del “Lubiana” dal 5 marzo 1944; disperso il 15 agosto 1944 nel tentativo di passare le linee tedesche.

russo anonimo, partigiano del “Lubiana” dal 10 luglio 1944; disperso il 15 agosto 1944 nel tentativo di passare le linee tedesche.

russo anonimo, partigiano del “Lubiana” dal 15 giugno 1944; disperso il 15 agosto 1944 nel tentativo di passare le linee tedesche.

russo anonimo, partigiano del “Lubiana” dal 10 luglio 1944; disperso il 15 agosto 1944 nel tentativo di passare le linee tedesche.

 

Andrei, cecoslovacco, partigiano del “Lubiana” dal 10 luglio 1944; catturato dai tedeschi a Faggeto (Alpe di Catenaia) il 22 luglio 1944.

Bajda Erman (o Baida Hermann), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 1° maggio 1944.

Blumenfeld Kurt, austriaco, partigiano del “Lubiana” dall'8 maggio 1944

Bombac Ioze (o Jose), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Bordon Rado, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Bucovac Alojs, jugoslavo, nato nel 1915 a Lubiana, partigiano del “Lubiana” dal 24 aprile 1944, comandante di squadra; in precedenza partigiano in una formazione romagnola.

Bzik Vilijem (o Brik Villim, o Bzik William), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Campa Franc (o Franz), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943; ferito in combattimento.

Fulij (o Julij), slovacco, partigiano del “Lubiana” dal 20 maggio 1944.

Goste Ioze (o Gostes Iose), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Hocevar Henrich (in altro documento Hocedar Heinrich), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 3 marzo 1944.

Janovsky Lado (in altro documento Lanovski), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 1° maggio 1944.

Jerman Franc (in altro documento Ierman Frank), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 25 aprile 1944.

Kovacic Joze (scritto anche Iose o Jose), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 15 aprile 1944.

Kovacic Slavko (o Slavio), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 25 aprile 1944.

Lustek Miro, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 25 aprile 1944.

Malnar Julij (o Malmar), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 3 marzo 1944.

Marinko Valentin, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943, commissario politico del distaccamento.

Muller Rudolf, tedesco, partigiano del “Lubiana” dal 15 aprile 1944, comandante di squadra.

Pesukic Milan, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 15 febbraio 1944; ferito in combattimento il 13 aprile 1944.

Peterlin Milan (in altro documento Paterlin), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Pirman Anton (o Firman), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 10 settembre 1943; ferito in azione il 14 agosto 1944 presso Trecciano (Caprese Michelangelo).

Recek Stefano, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943, comandante di distaccamento.

Sega Viktor, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Skelj Joze (o Skely, o Skeli Jose), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943, vice comandante distaccamento.

Skulj Ioze, jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Vautar Joze (o Vanter Jose), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 14 settembre 1943.

Wulovie Mario (o Vulvovic, o Vulovic), jugoslavo, partigiano del “Lubiana” dal 25 maggio 1944.

Kajnik Zdravko, sloveno, con il “Lubiana” dal gennaio 1943; indicato come patriota dal comando del Distaccamento; per le precarie condizioni di salute poteva essere adibito solo a trasporto viveri e a servizi di collegamento.

 

Partigiani di Caprese Michelangelo

Caduti

Bernardini Rinaldo, di Pasquale, nato a Pieve Santo Stefano nel 1907, residente a Caprese Michelangelo; bracciante, coniugato con Olga Spighi; deceduto il 27 luglio 1944 presso San Giustino (Perugia) per scoppio di mina; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 15 maggio 1944.

Lazzeri Carlo Filiberto, di Giuseppe, nato a Caprese Michelangelo il 31 gennaio 1930, residente a Gorfi - San Polo, deceduto all'ospedale di Sansepolcro il 2 giugno 1944 per ferita da arma da fuoco procurata accidentalmente da un partigiano slavo nella sua abitazione il 6 maggio 1944.

 

Baccanelli Ghino, di Nello, Caprese Michelangelo 1921 - Arezzo 1982; falegname; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 1° maggio 1944.

Baccanelli Santino, residente a Caprese Michelangelo; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 1° maggio 1944.

Cheli Addoino o Adduino, di Gino, di Lama, 1924-2011; operaio boscaiolo; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 1° maggio 1944.

Chimenti Giovanni Battista, di Alberto, Caprese Michelangelo 1916 - Anghiari 1976, residente a Caroni; bracciante; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 1° maggio 1944.

Meazzini Giustino, di Cipriano, di Stifino, 1924-2009; operaio boscaiolo; partigiano del Distaccamento Lubiana dal 1° maggio 1944.

 

Altro partigiano altotiberino del Distaccamento Lubiana

Brizzi Zeno, di Liseo, Badia Tedalda 1923 - Sansepolcro 2008, residente a Caprile; muratore; partigiano combattente della 23a Brigata Garibaldi “Pio Borri”, Distaccamento “Lubiana”, dal 23 febbraio al 28 agosto 1944.

 

Per il testo integrale, con le note e la fonte delle illustrazioni, si veda il mio volume Guerra e Resistenza nell'Alta Valle del Tevere 1943-1944, Petruzzi Editore, 2016.